CapelloAlvento

Capello al vento, nuvole d'argento, di poco m'accontento!Sbandato al vento ondeggio di qua e di là in balìa dei miei pensieri asciutti e distratti che non vogliono raccogliersi e non voglio raccogliermi in una ciocca ordinata che odora di grasso, infiocchettata di rosa, falsamente pulita. Sono un capello al vento, un capello ribelle, che ama sentire il calore del sole sulla sua pelle. Un sole non filtrato da nuvole di false apparenze. Sono un capello, un capello al vento… Solo sciolto, son contento.

giovedì 12 gennaio 2012

PRESENTIMENTI (PREMONIZIONI?)

L'avevo dimenticato il gusto amaro di quelle "sensazioni", che travolgono all'improvviso e non sai che nome dar loro... E alla fine capisci che solo una cosa può aspettarti... e solo quando te la trovi davanti tutto passa, tutto si rilassa e lascia solo una grande malinconia.
Occhi sbarrati nella notte
"Occhi sbarrati nella notte vedono una tenda bianca; dietro di essa lampi di luce alternate: il via vai dei giovani che vivono la notte, una notte di paura. Lei bloccata al letto, gli occhi sbarrati a guardare il suo terrore. Il cuore ha fermato la sua corsa al galoppo; si è svegliata come tante altre notti, in preda all'ansia. I suoi sogni non sono incubi, ma film, scene di vita vera girati in qualche parte del mondo vicina o lontana.  (...)"

martedì 10 gennaio 2012

L'AMORE è UN SEGRETO CHE SVELARE NON SI PUO' AL VENTO E AL MARE...

Se te ne parlo, è come se svanisse, se uscisse da me e si polverizzasse nell'aria, come brina nelle prime ore dell'alba, destinata ad evaporare... a non esserci più. Ogni parola è una goccia di anestesia... non toglie dolore (perché dolore non c'è), ma quella specie di stordimento che non è estasi, ma d'essa ne fa sospettare l'odore.