CapelloAlvento

Capello al vento, nuvole d'argento, di poco m'accontento!Sbandato al vento ondeggio di qua e di là in balìa dei miei pensieri asciutti e distratti che non vogliono raccogliersi e non voglio raccogliermi in una ciocca ordinata che odora di grasso, infiocchettata di rosa, falsamente pulita. Sono un capello al vento, un capello ribelle, che ama sentire il calore del sole sulla sua pelle. Un sole non filtrato da nuvole di false apparenze. Sono un capello, un capello al vento… Solo sciolto, son contento.

lunedì 5 marzo 2012

La sacralità dell'amore...

E ancora... "“Nessuno ha il diritto di sciupare quanto di meglio possa capitare a un essere vivente, anche se dovesse patirne per il resto della vita. Sono attimi così rari da diventare sacri”

"Le rondini di Kabul", Khadra Yasmina

4 commenti:

  1. un post che condivido!!!
    ...
    tutto ok? un salutone:-)
    ed a proposito del libro...lo trovi cercando on line sul sito di Bruno Editore. E' un ebook! Se vuoi torni sulla mia pagina, clicchi sulla lista dei libri a dx e quando si apre il sito digiti il titolo.Si scarica e legge facilmente!
    Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  2. eppure c'è chi si diverte a passare sopra l'amore sacro e a calpestarlo più volte...

    RispondiElimina
  3. con tutta la forza dell'amore...
    Un abbraccio e buonanotte

    RispondiElimina
  4. ...è "il meglio" di difficile definizione....
    :-)

    RispondiElimina