CapelloAlvento

Capello al vento, nuvole d'argento, di poco m'accontento!Sbandato al vento ondeggio di qua e di là in balìa dei miei pensieri asciutti e distratti che non vogliono raccogliersi e non voglio raccogliermi in una ciocca ordinata che odora di grasso, infiocchettata di rosa, falsamente pulita. Sono un capello al vento, un capello ribelle, che ama sentire il calore del sole sulla sua pelle. Un sole non filtrato da nuvole di false apparenze. Sono un capello, un capello al vento… Solo sciolto, son contento.

lunedì 10 giugno 2013

I nuovi inquilini del piano di sopra: Un racconto... Tra amore e amicizia



I nuovi inquilini del piano di sopra - Daniela Troncacci4. Il tuo racconto parla di amore e amicizia. Quale messaggio vorresti arrivasse al lettore?

L’amicizia è volontà e impegno, è osservare e rispettare; non è un semplice sentimento; può nascere spontaneamente, così come si può decidere di provare a costruirla (ovvio poi bisogna essere in due a volerla). A volte basta tendere una mano, inviare un telegramma, fare una semplice telefonata: gettare un amo. A volte basta accostarsi alle persone per rendersi conto che hanno nostre stesse paure, debolezze, aspirazioni, progetti, emozioni. Condividendo momenti di vita quotidiana si può prendere consapevolezza, al di là dei luoghi comuni, del senso che ha per esse l’amore e quali possano essere le difficoltà che scaturiscono dall’aver incasellato le molteplici forme che l’amore può assumere in categorie a cui non sono riconosciuti pari diritti e pari dignità. Mentre si discute su quale nome dare all’unione tra persone dello stesso sesso, ci sono uomini e donne che soffrono non per un’ideologia o per questioni di principio (o non solo), ma per problematiche concrete, di cui spesso non si è a conoscenza, non sempre perché può far comodo prendere le distanze, ma anche solo per mancanza di esperienza. Nel mio piccolo ho voluto mostrare cosa può succedere ad un uomo che perde il compagno se “nessuna carta porta il suo nome”…

Nessun commento:

Posta un commento